Amb-ire

Promuovere l’ambiente attraverso l’educazione, l’informazione, la comunicazione

Stop alle seconde case nei comuni turistici marzo 13, 2009

A partire dagli anni’60 molti piccoli paesi di montagna si sono trasformati pressochè in città, a causa di un’incontrollata crescita edilizia seguita al diffondersi del turismo di massa. Giganteschi condomini e chalet  sono sorti in modo selvaggio  in molte località alpine e una grande quantità di seconde case è proliferata in diverse vallate; case che per molti mesi l’anno rimangono disabitate e inutilizzate. Insediamenti fantasma durante la bassa stagione. Dunque un consumo di suolo e un deturpamento paesaggistico non proporzionato all’effettivo utilizzo di tali costruzioni e accompagnato da un danneggiamento del settore alberghiero.

Uno dei motivi principali di questa evoluzione priva di freni della costruzione di seconde case consiste nella debolezza della politica di pianificazione del territorio. Spesso nelle zone turistiche le amministrazioni subiscono l’influenza del settore edile locale che preme per ottenere aree edificabili e guadagni economici a breve termine, senza pensare alle conseguenze a lungo termine di un’azione che va a deturpare proprio la principale risorsa su cui si basa il turismo: l’ambiente.

In alcune località alpine ci sono dei primi tentativi per porre limite a tale azione attraverso strumenti legislativi e incentivi. In Tirolo le norme relative alle seconde case sono molto restrittive: le seconde case non devono incidere per oltre l’8% sul totale degli immobili. L’Alto-Adige ha prescritto per l’intera regione una quota di prime case del 60%. Il Governo dei Grigioni

Sestriere

Sestriere

ha recentemente approvato un piano regolatore che recepisce un’iniziativa popolare per la limitazione della costruzione di seconde case.

Gli strumenti per intervenire dunque esistono e diverse sono le realtà alpine che si stanno muovendo nella giusta direzione. Per molte altre è solamente questione di aprire gli occhi e di guardarsi intorno, prima che sia troppo tardi e che la visuale non sia coperta da CASE!

Annunci
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...